Emergenza COVID-19 - disposizioni e misure di prevenzione

icona salute

IN OTTEMPERANZA alla seguente normativa, recentemente emanata:

  • Decreto Legge n. 6 del 23 febbraio 2020, recante “Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19”;
  • Direttiva n. 1/2020 del 25 febbraio 2020, recante “Prime indicazioni in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-1 nelle Pubbliche Amministrazioni”;
  • DPCM del 25 febbraio 2020 recante “Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19”;
  • Ordinanza del Presidente della Regione Lazio n. Z00002 del 26 febbraio 2020;

CONSIDERATA la nota del Comune di Minturno, del 26 febbraio 2020, recante “Nuovo coronavirus - lezione di igiene in classe”;
si forniscono, ad integrazione delle precedenti note, disposizioni per la gestione dell’emergenza sanitaria, finalizzate alla prevenzione dell’infezione:

  1. Restano sospese tutte le uscite didattiche e/o visite guidate già programmate dalla Scuola fuori dal territorio comunale, fino al 15 marzo 2020 o, comunque, fino a nuove disposizioni ministeriali;
  2. La riammissione degli alunni a scuola, per assenze dovute a malattia di durata superiore a cinque giorni, avverrà fino al 15 marzo 2020, dietro presentazione di certificato medico, in deroga alle disposizioni vigenti (art. 1, lett. c. DPCM del 25 febbraio 2020).
  3. Tutto il personale Docente e ATA, le famiglie e gli alunni che, dal 1° febbraio 2020, sono transitati o hanno sostato nelle aree e nei comuni interessati dal contagio, di cui all’allegato 2 dell’Ordinanza del Presidente della Regione Lazio n. Z00002 del 26 febbraio 2020, precisamente,

- per la regione Lombardia: - Bertonico; - Casalpusterlengo; - Castelgerundo; - Castiglione D'Adda; - Codogno; - Fombio; - Maleo; - San Fiorano; - Somaglia; - Terranova dei Passerini.
- per la Regione Veneto: - Vo' Euganeo; - Mira.

hanno l’obbligo di comunicare tale circostanza al Dipartimento di prevenzione dell’Azienda sanitaria competente per territorio, che provvede a comunicarlo all'autorità sanitaria competente per l'adozione della misura di permanenza domiciliare fiduciaria con sorveglianza attiva” (art.1, lett. i) del Decreto Legge n. 6 del 23 febbraio 2020).

Si invitano, inoltre, il Personale della scuola e le famiglie degli alunni a mantenere un atteggiamento di serenità e di fiducia nei confronti delle istituzioni preposte al controllo e alla gestione dell’emergenza sanitaria e ad osservare le norme igieniche indicate dal Ministero della Salute, che si allegano alla presente.

pdfg-1Leggi circolare